[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 12/01/2021

Sezione Stazione appaltante

Provveditorato interregionale per la Campania, Molise, Puglia e Basilicata - Stazione Unica Appaltante Napoli 1
Albanese Daniela

Sezione Dati generali

Affidamento settennale del servizio tecnico di direzione per lesecuzione del contratto (DEC) relativo allappalto del servizio integrato di igiene urbana del comune di Giugliano in Campania (NA) - CIG : 8588957788
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
707.630,00 €
30/12/2020
18/01/2021 entro le 10:00
G00354
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • Progetto organizzativo del servizio
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 12/01/2021
    R: QUESITO SU POLIZZA PROVVISORIA. - QUESITO Buongiorno, con la presente siamo a richiederVi se bisogna fare la polizza provvisoria o meno, poiché a Pag. 9, Art. 10 del Disciplinare di gara è richiesta, mentre a Pag. 10., Art. 22 del CSA, c'è scritto che, come da D.L. 76/2020, non è richiesta la polizza provvisoria. Restiamo in attesa di una Vs. risposta, grazie per la collaborazione. RISPOSTA Le norme che regolano la procedura di gara sono quelle del disciplinare di gara e pertanto la polizza è necessaria.
  • Pubblicato il 09/01/2021
    R: Chiarimento servizi analoghi - QUESITO Salve, in riferimento ai servizi analoghi richiesti al par. 7.3 si chiede quanto segue:1) L'importo complessivo richiesto è relativo all'importo delle parcelle di servizi professionali espletati oppure l'importo dei servizi progettati e/o diretti; 2) Come servizi analoghi sono valutabili anche quelli di progettazione e DL di impianti trattamento rifiuti, bonifica siti potenzialmente inquinati, ripristini ambientali, e ancora pratiche autorizzative ambientali (AIA, ex art. 208 DLgs. 152/2006). Grazie RISPOSTA 1)L'importo richiesto è relativo ai servizi di ingegneria e di architettura. 2)Si, sono valutabili.
  • Pubblicato il 09/01/2021
    R: Richiesta Chiarimenti - QUESITI In riferimento alla procedura di cui in oggetto, con la presente si intende chiedere alcuni chiarimenti ai sensi dellart.2.2 del Disciplinare di gara: 1.Requisiti di capacità tecnica e professionale: si chiede se ai fini della partecipazione è possibile dimostrare il possesso del requisito esperienziale con lavvenuta esecuzione di servizi di ingegneria e di architettura analoghi a quelli oggetto di affidamento di almeno pari valore dellintervento oggetto della procedura, riferendosi quindi al valore dellappalto ( 122.573.849,20) e non al valore del compenso riconosciuto al progettista ( 707.630,00), così come anche previsto anche dalle linee guida ANAC n. 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 Indirizzi generali sullaffidamento dei servizi attinenti allarchitettura e allingegneria, che al punto 2.2.2.1 lettera b) riferisce il valore del requisito allimporto stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione, calcolato con riguardo ad ognuna delle classi e categorie di cui alla tabella Z-1 del D.M. 17 giugno 2016, nel caso di specie non trattandosi di lavori, ma di servizi non sono presenti classi e categorie dei lavori, bensì si potrebbe riferire il valore allimporto dellappalto del servizio.2.Comprova del requisito: si chiede se nel caso di committenti privati sia possibile dimostrare il requisito mediante lesibizione di regolare contratto di incarico professionale firmato dalle parti interessate, relativa fattura a saldo delle spettanze e quietanza di pagamento della stessa.3.Criteri di valutazione dellOfferta Tecnica: si chiede di chiarire il punteggio assegnato allOfferta Tecnica, in quanto è presente una contraddizione fra le tabelle riportate allart.18 e 18.1 del Disciplinare di Gara, nelle quali viene assegnato prima un punteggio pari a 75 punti e poi un punteggio pari a 80 punti.4.Servizi analoghi: dato il generico riferimento ai servizi di ingegneria e di architettura contenuto allart. 7.3. del disciplinare, si chiede conferma in merito alla possibilità di provare il requisito esperienziale mediante lavvenuta esecuzione di servizi diversi ed ulteriori rispetto alla direzione e, dunque, anche attraverso incarichi di progettazione, consulenza e studi di fattibilità relativi al medesimo settore oggetto dellappalto;5.Servizio analogo a quello oggetto dellappalto: con riferimento allart. 7.3. del disciplinare si chiede altresì di chiarire se, coerentemente con il concetto di afferenza e non di identicità utilizzato negli atti di gara, possano essere esibiti servizi rientranti nel settore ambientale inteso come categoria generale e, dunque, anche prestazioni intellettuali non attinenti al servizio di igiene urbana.In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti. RISPOSTA 1. Considerato che il progetto del servizio di igiene urbana per i 7 ( sette ) di durata previsti ammonta ad 122.573.849,20 corrispondente ad un corrispettivo annuo di 17.510.549,89 si è ritenuto idoneo e sufficiente riferirsi all'importo della prestazione a farsi. 2. Per la comprova del requisito in caso di committenti privati è possibile dimostrare il requisito mediante lesibizione di regolare contratto di incarico professionale firmato dalle parti interessate, relativa fattura a saldo delle spettanze e quietanza di pagamento della stessa.Si precisa che in fase di gara è sufficiente l'autodichiarazione circa il possesso dei requisiti da effettuare nel DGUE. 3. La somma riportata in tabella al punto 18.1 n 80 punti è un evidente errore materiale atteso che la somma algebrica dei punteggi assegati ai sub criteri è 75 e che tale dato è immediatamente riportato nella locuzione che segue la tabella oltre che al punto 18. 4. E stato intenzionalmente inserito un generico riferimento ai servizi di ingegneria e di architettura proprio per consentire ai concorrenti, peraltro in linea con gli attuali orientamenti, di poter dimostrare il requisito esperienziale mediante l'avvenuta esecuzione di servizi diversi ed ulteriori rispetto alla sola direzione. 5.V. risposta al punto 4
  • Pubblicato il 08/01/2021
    R: Richiesta chiarimenti - QUESITI Di seguito si riportano i seguenti quesiti: 1. Per quanto riguarda i criteri di aggiudicazione, si chiede se prevalga la tabella pubblicata a pag. 20 del disciplinare ovvero quella pubblicata a pag. 3 della relazione tecnica illustrativa. - 2. Tenuto conto della data di pubblicazione del bando, della imminente scadenza, dell'importo di servizi analoghi richiesti nel decennio precedente al punto 7.3.e (requisiti di capacità tecnica professionale), vista l'eccezionalità del periodo in cui il personale degli enti pubblici e privati che devono rilasciare le certificazioni dei servizi svolti è carente o in lavoro a distanza, è possibile sostituire tali certificazioni richieste con opportune autocertificazioni? - 3. Visto che il senso della dimostrazione dei requisiti di capacità tecnica e professionale è quello di garantire alla Pubblica Amministrazione che all'interno del gruppo dell'offerente sia stata acquisita e consolidata adeguata esperienza tecnica maturata nella esecuzione di servizi analoghi, è possibile, nel caso di concorrente che coincida con la forma giuridica di Studio Associato di professionisti ingegneri, fare valere come requisito i servizi svolti e fatturati anche con la partita iva dei singoli soci e non solo con la partita iva dello Studio Associato offerente? RISPOSTA 1. La legge di gara è il disciplinare e pertanto la gara è disciplinata dalle norme nello stesso documento riportate. 2. Non è richiesta, in sede di gara, la presentazione di certificati. Il concorrente dovrà esclusivamente dichiarare, nellambito del DGUE (Mod. B) il possesso dei requisiti richiesti indicando i committenti. 3. . Proprio perché come giustamente rilevato il senso della dimostrazione dei requisiti di capacità tecnica e professionale è quello di garantire alla Pubblica Amministrazione che all'interno del gruppo dell'offerente sia stata acquisita e consolidata adeguata esperienza tecnica maturata nella esecuzione di servizi analoghi e che tale esperienza permanga per tutta la durata del servizio non è possibile fare valere come requisito i servizi svolti e fatturati con la partita iva dei singoli soci, poiché questi ultimi non restano vincolati al servizio a farsi. E possibile invece avvalersi dei professionisti ex art. 89 del d.lgs 50/2016 con contratto che contempli, tra laltro, la responsabilità solidale nei confronti della stazione appaltante.

[ Torna all'inizio ]